Visit Tuscany

Visit Tuscany

le meraviglie del nostro territorio

MAGLIANO IN TOSCANA

Il paese di Magliano in Toscana ha uno strepitoso aspetto medioevale. Si trova sulla sommità di un colle coltivato ad ulivi e vigneti, nel pieno della Maremma grossetana. Il territorio comunale, ricco di numerosi insediamenti di epoca etrusca, comprende anche le caratteristiche località di Pereta e Montiano. Piccoli borghi di origini medievali che meritano davvero una visita. Il centro storico di Magliano è famoso per la sua cinta muraria perfettamente conservata. Edificata tra il tardo Medioevo e il periodo rinascimentale è particolarmente suggestiva di notte. Uno dei simboli di Magliano in Toscana è sicuramente l “Ulivo della Strega”, una pianta antichissima con un’età stimata di 3500 anni. Proprio nei pressi di questo splendido ulivo, in epoca medioevale si svolgevano riti e cerimonie pagane. 

Olivo della Strega di Magliano in Toscana

ORBETELLO

Questa cittadina è un paradiso naturalistico raccolto su una sottile lingua di terra. La laguna e la sua oasi naturalistica è certamente una delle principali attrazioni di quello che anticamente era il capoluogo dello Stato dei Presidi. Il centro abitato è circondato da una laguna costiera salmastra disseminata di piccole isole di sabbia e alimentata dall’acqua dolce dei canali circostanti. 

MONTE ARGENTARIO

Il promontorio del Monte Argentario è uno dei luoghi più suggestivi della Toscana del Sud. Fanno parte del comune di Monte Argentario due splendidi borghi marinari: Porto Ercole e Porto Santo Stefano. Il fascino dell’Argentario e la sua ricchezza naturalistica la rende una meta incantevole in ogni stagione dell’anno. Nel versante sud si staglia lo splendido villaggio di Porto Ercole, celebre per aver ospitato negli ultimi giorni della sua vita il genio del Caravaggio. Un piccolo borgo a picco sul mare caratterizzato da bellezze paesaggistiche, testimonianze storiche e scorci mozzafiato. Nel versante nord la cittadina di Porto Santo Stefano, un caratteristico borgo marinaro affacciato su un mare cristallino, punto di partenza per raggiungere l’isola del Giglio. Fra le attrazioni da segnalare lo splendido panorama che si può godere dal Convento dei frati Passionisti immerso su un’altura nella macchia mediterranea da cui poter godere di una visione aerea sul tombolo della Feniglia, su quello della Giannella e sulla cittadina di Orbetello. 

SCANSANO

Scansano è un piccolo borgo medievale sulle colline maremmane con i numerosi edifici medioevali e splendidi panorami sulla campagna circostante. Dal centro storico sono diversi gli scorci suggestivi con vista sulla campagna toscana. È noto in tutto il mondo per l’omonimo vino, Morellino.

SORANO

Sorano è un’antica cittadina che risale all’epoca etrusca. Si sviluppa su uno sperone di tufo circondato da un bosco incontaminato. Proprio la sua particolare posizione offre l’opportunità di passeggiare nel borgo ed ammirare i bellissimi panorami. Sorano ha conservato la tipica struttura abitativa medioevale con l’abitato, formato da vicoli tortuosi, viuzze, cortili, portali, e cantine scavate nel tufo. Più che unico nel suo genere è il parco archeologico della Città del Tufo, dove si ritrovano i maggiori tesori storici, archeologici e culturali di questo territorio. Tutt’intorno al paese si estendono vigneti e uliveti. Ha una spiccata vocazione agricola grazie all’alta qualità di prodotti tipici maremmani, compresa una produzione casearia. Il Caseificio sociale di Sorano infatti produce uno stracchino che rappresenta una delle eccellenze enogastronomiche della maremma. 

PITIGLIANO

Pitigliano è uno splendido borgo incastonato fra le colline selvagge della maremma. Le tante stradine, le piccole scalinate e i tanti affacci che si aprono a strapiombo sulla rupe sottostante, ne fanno un luogo unico e affascinante. La storia di Pitigliano affonda le sue radici in un antico passato che va dall’epoca etrusca fino a quella medicea. Da segnalare la suggestiva parte ebraica di questo piccolo borgo accessibile ai visitatori e testimonianza della ricchezza culturale di questa perla della maremma.

CAPALBIO

Passeggiare per Capalbio significa scoprire un borgo incantato e fermo nel tempo. Le sue mura, da cui è possibile apprezzare una vista a 360° su tutta la maremma del sud fino alle isole dell’arcipelago, sono un forte richiamo per il turismo internazionale. È un cittadina culturalmente molto frizzante che ha un calendario molto ricco di eventi durante tutto  l’anno. 

GROSSETO

Potremmo definire Grosseto la Capitale della maremma grossetana. È una città ideale per esplorare le colline circostanti e i vicini tratti di mare. Il centro storico è cinto dalle mura medicee che sono un raro esempio di cinta muraria ancora perfettamente integra. Le strade del centro, acciottolate ed eleganti, sono dominate dalla Fortezza Medicea. Da segnalare la piazza principale con lo splendido Duomo, la cui costruzione risale alle fine del 1200. 

MANCIANO

Manciano è uno dei principali comuni della Maremma, contornato da deliziosi borghi e villaggi di epoca medievale. Fra questi spicca Montemerano che, con la sua atmosfera fiabesca, è conosciuto in tutto il mondo e rientra fra i “Borghi più belli d’Italia”. A pochi chilometri la grande attrazione naturalistica rappresentata dalle Terme di Saturnia e dalle suggestive Cascate del Mulino che, con acque a temperatura costante di 37,5°, permettono una fruizione durante tutto l’anno. 

PARCO DELLA MAREMMA 

Il parco naturale della Maremma è un’area protetta di circa 100 chilometri quadrati che si protende sul mare. L’area è visitabile a piedi, a cavallo e in bicicletta. È la meta ideale per lunghe passeggiate nella natura incontaminata fra profumi intensi di erbe aromatiche e incontri con animali.

ARCIPELAGO TOSCANO

L’arcipelago toscano è formato da un gruppo di sette isole nella porzione di mar Tirreno di fronte alle coste della toscana. Le isole che compongono l’arcipelago sono l’isola d’Elba, l’isola del Giglio, l’isola di Capraia, l’isola di Montecristo, l’isola di Pianosa, l’isola di Giannutri e l’isola di Gorgona.

ISOLA DEL GIGLIO

L’Isola del Giglio ha una superficie di circa 21 kmq. Si trova di fronte al promontorio dell’Argentario. Sull’Isola sono presenti tre centri abitati. Giglio Porto, punto di arrivo dei traghetti e zona commerciale dell’isola, Giglio Castello, sede del Comune e borgo medievale e Giglio Campese, centro balneare molto frequentato nella stagione estiva. La macchia mediterranea ricopre la maggior parte dell’isola. 

ISOLA DI CAPRAIA

L’Isola di Capraia è la terza per estensione dell’arcipelago. Fino agli anni ottanta era una colonia penale. Successivamente ha iniziato ad aprirsi al turismo. Recentemente è stato profondamente rinnovato il porto e questo ha consentito un notevole aumento del turismo nautico sull’isola che è una vera meraviglia situata nel canale della Corsica. È l’unica isola vulcanica dell’arcipelago ed offre delle bellezze naturali e storiche dal grande fascino. 

ISOLA D’ELBA

È la maggiore delle isole dell’arcipelago con diversi centri abitati ma dove la natura selvaggia regna incontrastata. Numerose sono le spiagge con acqua cristallina e le scogliere granitiche a picco sul mare. Offre una vegetazione molto rigogliosa con numerosi sentieri che si inerpicano sulla montagna offrendo viste mozzafiato sul mare.

ISOLA DI MONTECRISTO

L’isola di Montecristo è una delle isole più selvagge e inaccessibili dell’arcipelago toscano. Il suo territorio è integralmente area protetta. Uno fra i pochi luoghi del Mar Mediterraneo rimasto incontaminato, paradiso della biodiversità più autentica. È accessibile solo in modo contingentato secondo modalità gestite dall’Ente Parco.

ISOLA DI GORGONA

È un’isola dell’arcipelago toscano tuttora sede di una colonia penale agricola per detenuti che vivono sull’isola occupandosi di agricoltura. Si trova di fronte alla città di Livorno ed è l’ultima isola carcere ancora attiva di tutta Europa. Con i suoi 220 ettari è la più piccola isola dell’arcipelago toscano. Il mare che circonda l’isola è interdetto ai turisti e ai natanti e ciò ha permesso il proliferare di specie marine particolarmente delicate. 

ISOLA DI PIANOSA

L’isola di Pianosa prende il suo nome dal territorio quasi totalmente pianeggiante. La presenza di un carcere di massima sicurezza fino al 1997 la ha resa negli anni quasi totalmente inaccessibile e le ha consentito di divenire il luogo prescelto da molte specie marine. L’isola è visitabile solo a piedi e in mountain bike, fra le attrazioni di rilievo segnaliamo le antiche rovine romane e delle suggestive catacombe.

ISOLA DI GIANNUTRI

L’isola di Giannutri è la più meridionale delle isole dell’Arcipelago toscano. Un’isola calcarea dalla costa molto frastagliata e rocciosa costellata da numerose grotte. L’ambiente marino è di una preziosità rara. Le profondità dell’isola sono rese uniche dall’eccezionale trasparenza dell’acqua e dalla presenza di relitti che la rendono un paradiso per i subacquei. Sull’isola è presente un interessantissimo sito archeologico: la villa romana dei Domizi Enobarbi.